L’ambiente di lavoro Git

Ora che abbiamo inizializzato o clonato un repository Git, stiamo pronti per modificare qualche file del progetto. Teniamo sempre a mente, perché è fondamentale, qual è il ciclo di vita di un file. Nella nostra directory di lavoro, un file può essere tracked o untracked. I file tracked sono quelli che sono già presenti nell’ultimo commit e dei quali Git segue i cambiamenti. I file untracked sono tutti i rimanenti file, come i nuovi file o file ignorati.

Quando un file è tracked, può essere unmodified, modified o staged. Appena modifichi un file, esso passa da unmodified a modified. Quando sarà pronto per essere salvato lo metteremo nello stage e poi faremo un commit. Come puoi immaginare, questo ciclo si ripeterà infinite volte nel corso del progetto.

Controllare lo stato

Per controllare quali e quanti file si trovano nelle varie condizioni, dobbiamo usare il comando git status :

In questo caso non abbiamo ancora effettuato modifiche e Git ci comunica che la nostra directory di lavoro è pulita. Possiamo già notare che stiamo lavorando sul branch master , cioè sul ramo principale del progetto, che vedremo in seguito.