Condizioni e commenti

Le condizioni

Eseguire istruzioni i sequenza non è ovviamente l’unica opzione che abbiamo. L’alternativa è usare l’istruzione if  che ci fa scegliere cosa eseguire e cosa no basandoci su una espressione Boolean.

In questo semplice esempio controlliamo che il contenuto della variabile prova  sia un numero pari facendo controllando se il modulo di 2 sia 0 e, solo in questo caso, diamo a schermo un risultato. Le istruzioni da eseguire, come avrete notato, sono racchiuse tra parentesi graffe { } .

Per aggiungere un comportamento nel caso l’espressione di if  non sia vera con l’espressione else :

Se avessimo più di due condizioni, Javascript ci mette a disposizione la possibilità di avere degli else / if  concatenati:

Switch-case

Un’alternativa ad una serie di condizioni if ed else if consecutive è quella di usare il costrutto switch case, che ci tornerà utile per smistare un valore in modo semplice:

Ogni case  corrisponderà, nella pratica, ad un if  con la sua serie di istruzioni. Da notare che anche se viene incontrata la condizione vera, lo switch  prosegue l’esecuzione, quindi bisogna bloccarla con break . E se non c’è nessuna condizione vera tra i vari case ? Possiamo indicare il caso speciale default che viene eseguito quando nessuno dei case  risulta true .

Commenti

Spesso avremo la necessità di inserire codice commenti e note che non devono ovviamente essere eseguiti. Sono fondamentali per documentare il codice, magari prima di condividerlo, o semplicemente per ricordarsi di aggiungere o perfezionare qualche operazione. O magari perché ci sentite poetici. Per scrivere un commento su riga singola, è necessario usare la doppia slash // , proprio come abbiamo visto negli esempi precedenti:

In questo esempio abbiamo visto anche la forma per scrivere commenti su più righe, racchiusi tra /*  e */ .