Laravel si definisce come “The PHP Framework for Web Artisans” ed è sicuramente uno dei framework PHP più diffusi, e sicuramente uno dei più completi, perché include package che coprono qualsiasi aspetto di un progetto web, a partire da un’ORM molto efficace (e qui ci riferiamo a Eloquent), passando per la gestione degli URL (il routing), fino al sistema di template Blade, gestione dei log, autenticazione., per finire con decide di utility per la gestione e, non ultima, la sicurezza del nostro progetto.

Laravel è basato su un altro dei framework più famosi, Symfony. Si potrebbe quindi quasi dire che Symfony è il padre di Laravel, nonostante quest’ultimo sia generalmente più diffuso e apprezzato dalla critica, pensiamo insomma ad un parallelo Luke-Anakin Skywalker.

La learning curve di Laravel non è troppo ripida, in una settimana potrete maneggiare un progetto abbastanza complesso. Naturalmente questo è vero se siete già sviluppatori PHP, nel senso che conoscete già PHP (magari alla versione 8) e/o avete già sviluppato progetti in PHP “classici” o con altri framework. Se non lo siete, vi consiglio di studiare o ripassare la Guida a PHP base, che non fa mai male.
Niente promesse “Laravel in 2 ore” o fregnacce del genere. Probabilmente dopo 2 ore saprete leggere un progetto già fatto, non certo scriverne uno da zero.

Questa guida copre la versione 9 di Lavarel, ma è valida anche per le versioni immediatamente precedenti 8 e 7, non essendoci delle breaking changes così grosse e ingestibili.