Laravel è basato su un altro dei framework più famosi, Symfony. Si potrebbe quindi quasi dire che Symfony è il padre di Laravel, nonostante quest’ultimo sia generalmente più diffuso e apprezzato dalla critica, pensiamo insomma ad un parallelo Luke-Anakin Skywalker.

Essendo esso un framework, è quindi un insieme di componenti, che cercano di risolvere e coprire tutti gli aspetti di una web app, a partire ad esempio dalla gestione degli URL (il routing), fino all’interrogazione del database (e qui ci riferiamo a Eloquent), per finire con decide di utility per la gestione e, non ultima, la sicurezza del nostro progetto.

La learning curve di Laravel non è troppo ripida, in una settimana potrete maneggiare un progetto abbastanza complesso. Naturalmente questo è vero se siete già sviluppatori PHP, nel senso che conoscete già PHP (magari alla versione 8) e/o avete già sviluppato progetti in PHP “classici” o con altri framework. Se non lo siete, vi consiglio di studiare o ripassare la Guida a PHP base, che non fa mai male.
Niente promesse “Laravel in 2 ore” o fregnacce del genere. Probabilmente dopo 2 ore saprete leggere un progetto già fatto, non certo scriverne uno da zero.

Questa guida copre la versione 9 di Lavarel, ma è valida anche per le versioni immediatamente precedenti 8 e 7, non essendoci delle breaking changes così grosse e ingestibili.